Numero 41-42 – settembre – dicembre 2000 – gennaio – aprile 2001 La relazione d’aiuto tra tradizione e innovazione: Gestalt e Counselling

La relazione d'aiuto: Gestalt e Counselling

 

 

La relazione d’aiuto tra tradizione e innovazione discorso di apertura dei lavori del I Convegno dell’AICo

Claudio Naranjo

Lo spazio interno del Counselling come spazio d’aiuto

Maria Grazia Cecchini 

Lo sguardo fenomenologico e la distanza che fa relazione

Francesca Cantaro 

Superare il meccanismo autoregolante della mente

Paolo Baiocchi 

Esistenzialismo e verità narrativa

Paolo Quattrini 

La relazione dell’aiuto comprensiva: una visione sociale/medica/psichiatrica di alcuni fattori che la rendono difficile

Julio Mares 

La natura affettivo-relazionale del giudizio etico

Riccardo Draghi-Lorenz 

Etica ed Empatia

Carlangelo Furletti 

L’unità dell’atto

Emanuele Perelli 

Il Counsellor come diffusore sociale in una cultura fondata sull’etica e sull’empatia

Paolo Baiocchi 

Counselling e mediazione familiare: una possibile integrazione tra approccio relazionale e Gestalt

Claudio Billi 

Counselling e psicoterapia relazionale con la famiglia di oggi

Corrado Bogliolo 

Gestalt e Analisi Transazionale

Antonio Ferrara 

Il teatro delle emozioni: un intervento di counselling scolastico

Oliviero Rossi 

Counselling e mediazione familiare: una possibile integrazione tra approccio relazionale e Gestalt

Francesca Belforte 

Counselling nella Scuola, ovvero il piacere di insegnare

Alexander Lommatzsch 

Il counselling nel contesto sanitario

Danilo Toneguzzi 

Counselling perché? Per una comunità competente

Anna Rita Ravenna 

Sinergia e Collaborazione tra i Paesi: Ruolo delle Associazioni Internazionali

Danilo Toneguzzi 

La dimensione spirituale occulta o implicita della Gestalt

Claudio Naranjo 

La narrazione come strumento di formazione

Lucia Guzzardi 

Il mio incontro con la gestalt: un’inversione di marcia

Marco Balducci 

Comments are closed.