Tag: Gattico

La parola quale strumento di cura

salute_mentaleEMILIO GATTICO- SILVANA BONANNI

Università degli Studi – BERGAMO

 

-1-

“La saggezza non si acquista con il leggere i libri, ma gli uomini

Thomas Hobbes, Leviathan

 

A prescindere dal genere, qualsiasi relazione ha caratteristiche proprie, che possono essere più o meno specifiche: questo in funzione degli elementi, che si rapportano. Nel caso delle sedute terapeutiche occorre sempre prendere avvio dal fatto che l’esito è univoco: ovvero si tratta di trovare, o scoprire la soluzione, ovviamente secondo modalità differenti, a quelle che sono le necessità del paziente, che chiede aiuto. Se sino a questo punto il discorso è del tutto generale, quando si ha a che fare con la relazione, che si instaura tra paziente e psicoterapeuta, diviene condizione imprescindibile, affinché questa porti a validi risultati, che si verifichi un reciproco coinvolgimento degli astanti secondo modalità particolari e privilegiate. Perché sia efficace, sono impliciti innanzi tutto la motivazione, l’impegno e la partecipazione da parte del paziente di coinvolgersi in una relazione “speciale” con il terapeuta, cui deve corrispondere una altrettanto “speciale” attitudine ad essere coinvolto, senza per altro scordare quel che è l’obiettivo da perseguire. Continua…

La caleidoscopica arte del narrare

raccontare-12

Silvana Bonanni, Emilio Gattico

Università degli Studi – Bergamo 

Cantami, o diva…
Omero Iliade libro I

 

Diva…Musa…Spirito…Subconscio…come si può definire quella necessità dell’uomo di “dare forma al disordine delle esperienze” e quale sublime forma assume poi quel groviglio avviluppato quando viene svolto lungo i temi dell’arte? Riusciamo meglio a capire noi stessi e a farci così comprendere anche dagli altri? Un discorso lascia sempre una traccia, una testimonianza, e’ parte della nostra storia.

Come e’ importante dunque narrare! Attraverso un simil gesto ne compiamo molti altri tutti concatenati tra loro. Nella narrazione c’e’ elaborazione e interpretazione, ma anche comprensione per poter raccontare descrivendo, spiegando, dando significato, tante funzioni che portano a quella epistemica, che racchiude in sé tutte le altre, caratterizzante la narrazione stessa. Continua…