Tag: manicomio

Lo Stato della Follia

securedownload

securedownload2     

               presentano

 

 

 giovedì 21 novembre

LO STATO DELLA FOLLIA

un film di

Francesco Cordio

securedownload3
Italia, 2013, 72′

giovedì 21 novembre

ore 20.30 rinfresco / ore 21.00 proiezione

Piccolo Apollo – Centro Aggregativo Apollo 11

c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio

(angolo via Conte Verde) – Roma

 

al termine della proiezione l’autore incontrerà il pubblico insieme a

Giuliano Scabia
biografia
poeta, scrittore e drammaturgo
ideatore di Marco Cavallo e collaboratore di Franco Basaglia

e

Girolamo Digilio
presidente UNASAM – Unione Nazionale delle Associazioni per la Salute Mentale
rappresentante di Marco Cavallo in viaggio con Stop OPG

Frutto del lavoro di due anni il film è nato a seguito dei sopralluoghi realizzati all’interno dei 6 Ospedali Psichiatrici Giudiziari da Francesco Cordio per conto della Commissione d’inchiesta sull’efficacia e l’efficienza del Servizio Sanitario Nazionale presieduta dal Senatore Ignazio Marino.

In Italia esistono 6 OPG, comunemente chiamati manicomi criminali, all’interno vi sono rinchiuse circa 1500 persone.
Il racconto in prima persona di un attore, ex-internato in uno di questi ospedali, si intreccia con le riprese effettuate, senza preavviso, in questi luoghi “dimenticati” anche dallo Stato.
Queste istituzioni sono rimaste sostanzialmente estranee e impermeabili alla cultura psichiatrica riformata, e il meccanismo di internamento non è stato interessato dalla legge del 1978 che prevedeva la chiusura degli ospedali psichiatrici. Una commissione parlamentare d’inchiesta ha fatto luce sullo stato di abbandono, degrado e non cura degli internati e ha fatto approvare una legge che ne prevede la chiusura.
Il film intende accompagnare, e far vivere lo spettatore, in questi luoghi dove le persone, fin dagli inizi del ‘900, sono relegate e disumanizzate dal trattamento farmacologico, dall’abbrutimento delle celle di isolamento e dei letti di contenzione.
Il documentario porta alla luce lo stato di abbandono delle strutture psichiatriche e la privazione dei più elementari diritti costituzionali alla salute, la cura, la vita di tanti malati mentali.

2013 – menzione speciale al Bif&st (Bari)
2013 – premio del pubblico al Siciliambiente documentary film festival
selezionato per il prossimo Festival di Mar del Plata
Regia:Francesco Cordio – con: Luigi Rigoni – Produzione: Teatri di Nina, Independent Zoo Troupe – Sceneggiatura: Francesco Cordio, Leonardo Angelini, Diego Galli Musiche: Gianluca Misiti, Daniele Silvestri – Montaggio: Giacobbe Gamberini, Michele Castelli – Fotografia: Mario Pantoni

 

Biofilmografie
Di nuovo in tour il Cavallo Azzurro di cartapesta contro gli Opg

Ingresso riservato ai soci
(tessera mensile 5,00 € – sottoscrizione libera per ogni evento)

 

PROSSIMO APPUNTAMENTO

Domenica 24 novembre – 17.30
primo appuntamento della rassegna Apollo 11 dedicata alla fotografia

IMMAGINI FISSE IN MOVIMENTO
a cura di Benedetta Cestelli-Guidi e Greta De Lazzaris
Narrazione condivisa, presentazione del progetto
Foresta Bianca
di Matteo Balduzzi e Stefano Laffi
Uff Stampa Apollo 11: g.ghigi@apolloundici.it – 348 9240778

 

Formare non è “colmare un vuoto”, ma è “dare forma alle pratiche”.

Sposi.1212492943Anna Maria Acocella

« Non è importante tanto il fatto che in futuro ci siano o meno manicomi e cliniche chiuse, è importante che noi adesso abbiamo provato che si può fare diversamente, ora sappiamo che c’è un altro modo di affrontare la questione; anche senza la costrizione. »
(Franco Basaglia)
Il 26-27 settembre 2013 a Roma, presso IISS Leonardo Da Vinci , Psichiatria Democratica ha organizzato il Corso di Aggiornamento accreditato ECM sul tema: “La crisi e il trattamento della grave sofferenza mentale” Il Corso, inserito nel Programma Nazionale di Educazione Continua in Medicina del Ministero della Salute, e rivolto alle seguenti professioni: Medico Chirurgo (discipline: psichiatria, psicologia, psicoterapia, medicina generale – medici di famiglia, medicina interna),Psicologo, Educatore professionale, Infermiere,Tecnico della riabilitazione psichiatrica, Farmacista, è stato coordinato da Ilario Volpi, Alessandro Ricci, Cristiano Di Francia e Anna Camposeo.

Gli argomenti e i temi trattati, diversi e ben articolati fra di loro, sono stati presentati in una prospettiva storica ed elaborati secondo una revisione critica sui fattori di “produzione della gravità” (con particolare riguardo agli effetti della crisi economica e delle reali condizioni di vita degli individui); alla quale è stata dedicata la prima giornata con gli interventi di: Ernesto Venturini – Una prospettiva ecologica della salute e della sofferenza mentale; Mario Colucci -La diagnosi e il senso delle classificazioni: ovvero dubbi e certezze sulla grave sofferenza mentale e Rocco Canosa- La crisi delle risorse come problema e come opportunità.
La Tavola rotonda, La crisi e la produzione della gravità in salute mentale, il dibattito pomeridiano, insieme ai Gruppi di Approfondimento sulle singole tematiche, hanno infatti posto l’attenzione non solo sugli aspetti clinici in senso strettamente inteso, ma anche sulle implicazioni più vaste degli assetti organizzativi, del sistema di welfare e delle linee di intreccio col sistema produttivo.
Insieme a ciò, in un clima rispettoso e democratico, la seconda giornata dedicata a “Intervento e trattamento ” ha dato particolare rilevanza alla valorizzazione del lavoro di squadra e all’empatia amalgamata con le capacità organizzative, all’enfasi sulla contrattualità sociale e sull’esercizio dei diritti come condizione di salute; insieme alla valorizzazione delle competenze di ciascuna delle professionalità. Alla domanda “quale intervento , quale trattamento? Paolo Peloso con Le nuove (vecchie) forme di istituzionalizzazione delle pratiche e dei saperi, Alessandro Ricci con – Gesti e contesti terapeutici della presa in carico e Luisa D’Agostino e Alessandra Felice con- Dalla qualifica alle competenze trasversali degli operatori della salute mentale, hanno dato risposta mettendo in luce come sia possibile un tentativo di riannodare i fili delle pratiche e delle teorie nell’ambito della sofferenza psichica e come questo sia l’assunto per un reale miglioramento della qualità dell’intervento per salute mentale.
I gruppi di approfondimento del pomeriggio della seconda giornata: Competenze trasversali, La chiusura degli OPG e le priorità di intervento, Casa e lavoro nel trattamento della grave sofferenza mentale, Nuove risorse per la salute mentale, hanno concluso i lavori sottolineando, ancora una volta, come la cura abbia inizio con l’ operatore, si strutturi all’interno di un contesto sociale , ma non sotto il controllo sociale totale, e si avvale di tutte le risorse disponibili.
E se è vero che “ Non c’è formazione separata dall’esperienza,” aspettiamoci che le prossime esperienze siano altrettanto formative!

….. quando il malato è legato lo psichiatra è libero; quando il malato è libero lo psichiatra è legato….

Conversazione: a proposito della nuova legge180, in “Dove va la psichiatria?”, a cura di L.Onnis e G.Lo Russo, Feltrinelli, Mi, 1980; ora in Scritti, vol.II, cit., pg 481

C’era una volta la città dei matti


ImmagineDi Anna Maria Acocella

 

“ Prima c’era la Città dei matti, il manicomio. Con tutto il suo carico di orrori piccoli e grandi. Letti di contenzione, camicie di forza, celle d’isolamento, elettroshock punitivi, infermieri-carcerieri e malati-carcerati, rapporti sadici fra medici e pazienti. Continua…

Non solo uno sport. “I sentieri come cura”. “Il trekking come terapia”

Trekking-Photo-courtesy-bhutanrisingdrukyul.com_Di Anna Maria Acocella

 

Dal 2006 il centro di salute mentale della Asl 6 di Villacidro, in Sardegna, grazie alla passione e all’entusiasmo dello psichiatra Alessandro Coni e dei suoi collaboratori, ha avviato una ‘terapia alternativa’: il trekking. Il dottor Coni, direttore del Dipartimento salute mentale e dipendenze, sta praticando da alcuni anni con i suoi pazienti mentali il “progetto trekking”, iniziato come attività risocializzante, che  via via si è  trasformato in una nuova modalità di psicoterapia. Continua…

Dimagrire con la Psichiatria

Cop_VillaDEF_Layout 1

di Giorgio Villa

IL LIBRO CONTIENE LA PREFAZIONE DI BRUNO CALLIERI

Se stai cercando una nuova dieta questo libro non fa per te. Dimagrire con la psichiatria non è un manuale. È il racconto degli interventi psichiatrici d’urgenza a domicilio, gli interventi del 118. Giorgio Villa, medico psichiatra, racconta una serie di storie straordinarie o semplicemente buffe, ma soprattutto descrive, con l’acume dell’antropologo coinvolto e un’innata predilezione per l’abuso d’ironia, alcuni casi di crisi individuale e i contesti collettivi in cui questa si scatena.

Ciascun racconto è corredato dal riferimento al Manuale Statistico Diagnostico, il DSM IV, strumento ufficiale di classificazione delle patologie psichiche. Ma la diagnosi è questione complicata, come complesse sono le forme dell’esistenza. Continua…

Lo stato della follia

 

In Italia esistono 6 OPG, comunemente chiamati manicomi criminali, all’interno vi sono rinchiuse circa 1500 persone.
• Montelupo Fiorentino che contiene più di 200 persone, mentre la sua capienza massima è di 188.
• Aversa, in provincia di Caserta, che ne contiene più di 200 sulle 150 previste.
• Napoli più di 150 su 150.
• Reggio Emilia più di 200 su una capienza di 190.
• Barcellona Pozzo di Gotto, Messina, più di 200 su 194 posti.
• Castiglione delle Stiviere, Mantova, l’unico ad avere anche un reparto femminile che contiene circa 200 persone, delle quali meno di 100 sono donne. Continua…

Arriva il Dsm-V

Arriva il DSM VSilvia Adiutori

E’ da poco uscita la V edizione del Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DSM, dalla sigla dell’originale titolo statunitense Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders). Ancora prima della sua pubblicazione ufficiale, come anche per le precedenti edizioni, si sollevano perplessità, approvazioni, attese scientifiche e contestazioni sociologiche sui cambiamenti che il DSM introdurrà dal punto di vista diagnostico. La prima versione del DSM risale all’anno 1952 (DSM-I) e fu redatta dall’American Psychiatric Association (APA). Da allora vi sono state ulteriori edizioni: nel 1968 la DSM-II, nel 1980 la DSM-III, nel 1987 la DSM-III-R (edizione rivisitata), nel 1994 la DSM-IV e nel 2000 la DSM-IV-TR (testo revisionato, quella attualmente in vigore). Continua…

Esperienze dal S. Maria della pietà

 

Il racconto di chi ha vissuto l’inferno del manicomio romano.